Tot˛ Cuffaro dottore in Legge
ImageOggi Totò Cuffaro si laurea in Giurisprudenza all' Università "La Sapienza" a Roma. La tesi sul contrasto al sovraffollamento nelle carceri. L' intervento. (Angelo Ruoppolo)VIDEO
Salvatore “Totò” Cuffaro ha studiato alle medie e alle superiori con i Salesiani del collegio “Don Bosco Sampolo” a Palermo, dove poi il 6 novembre 1982 si è laureato in medicina e chirurgia con 110 e lode. Oggi, 25 gennaio 2017, l’ ex presidente della Regione si laurea in Giurisprudenza all’ Università “La Sapienza”, a Roma, dove è stato detenuto dal 20 gennaio 2011 al 13 dicembre 2015. E nel carcere “Rebibbia”, in 4 anni, 10 mesi e 20 giorni, Cuffaro non solo ha scritto libri ma ha anche studiato sui testi che insegnano l’amministrazione del diritto. La tesi di laurea di Totò Cuffaro è intitolata “Contrasto al sovraffollamento carcerario tra Costituzione e Convenzione europea”. E il relatore è il professore Giorgio Spangher, docente di diritto processuale penale. Sul frontespizio della tesi vi sono due dediche firmate dal neo dottore in giurisprudenza. La prima Cuffaro la rivolge al padre e scrive : “A mio padre la cui ascesa al cielo è avvenuta senza che il carcere mi abbia consentito di essere presente”. Infatti, il padre di Cuffaro, Raffaele, è morto il 31 dicembre 2012, e il figlio, per non turbargli il trapasso dell’ anno in carcere, ne è stato informato dopo. E solo il 3 gennaio ha ottenuto un permesso di 24 ore per recarsi al cimitero di Raffadali, dopo i funerali. E poi, la seconda dedica, è riservata agli ex compagni di viaggio, ai detenuti, e Totò Cuffaro, iscritto ai Radicali Italiani dal 2014, scrive : “Ai detenuti ‘fine pena mai’ che hanno scelto di morire una sola volta piuttosto che morire ogni giorno”. E poi spiega : “Il problema dei detenuti e delle loro condizioni non viene considerato per quello che è : un dramma, una tragedia. La politica non se ne occupa, sarebbe impopolare : ‘buttare le chiavi’ è il pensiero dominante, soprattutto da parte di chi non conosce la questione che è gravissima. Chi viene rinchiuso in una cella, forse, ha sbagliato. Ma resta pur sempre una persona umana e andrebbe trattato come tale. Io stesso, da politico, ho fatto il minimo indispensabile. E avrei potuto fare di più. Farò di più. Quando ho dato la prima materia, per la prima volta, dopo tanto tempo, ho rivisto all’università un bagno regolamentare col wc, non con la turca. E mi sono commosso. Ho avuto quasi tutti trenta e trenta e lode. Ho ricevuto esperienze fortissime dall’esperienza madre: quella della detenzione. Non dimenticherò l’esame col professor Oliviero Diliberto, già ministro della Giustizia. Mi ha guardato a lungo e mi ha abbracciato. Ci siamo commossi”. (25.01.2017)
 
  • JoomlaWorks AJAX Header Rotator
ruoppolocronaca08
ruoppolocronaca2
contattaci
giovedý 26 gennaio 2017
Image
Dopo l' interrogatorio in Procura, Fabrizio Ferrandelli in conferenza, tra la difesa dalle accuse e l' impegno politico nella campagna elettorale per le Amministrative. (Angelo Ruoppolo)VIDEO
mercoledý 25 gennaio 2017
Image
Oggi Totò Cuffaro si laurea in Giurisprudenza all' Università "La Sapienza" a Roma. La tesi sul contrasto al sovraffollamento nelle carceri. L' intervento. (Angelo Ruoppolo)VIDEO
martedý 24 gennaio 2017
Image
Le presunte ruberie sui fondi regionali per la Formazione professionale. Condannato a 11 anni Francantonio Genovese. Colpevoli i 22 imputati, tra cui il cognato Rinaldi. (Angelo Ruoppolo)VIDEO
lunedý 23 gennaio 2017
Image
Quasi certo il rinvio delle elezioni dei Liberi Consorzi comunali al 30 luglio. Pronto un disegno di legge per ripristinare l'elezione diretta dei vertici dell' ex Province. (Angelo Ruoppolo)VIDEO
Content © 2008 teleacras.tv
TELEACRAS - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Agrigento al n. 112
Direttore Responsabile: Angelo Ruoppolo - Sede legale: Via Stromboli n.4 - 92100 Agrigento
TEL 0922 080480 P.iva 01474220843