Home»Cronaca»Provenzano, la Cassazione sul no alla revoca del 41 bis

Provenzano, la Cassazione sul no alla revoca del 41 bis

Pinterest Google+

Sono state depositate le motivazioni per le quali la Cassazione ha risposto no alla richiesta di revoca del 41 bis a carico di Bernando Provenzano e la concessione dei domiciliari. Secondo la Suprema Corte, è il 41 bis che garantisce il mantenimento in vita di Provenzano. I giudici della Cassazione spiegano : “Per mantenere in vita Bernardo Provenzano è necessario che prosegua il suo ricovero nell’isolamento del 41bis nella camera di sicurezza allestita per lui all’ospedale San Paolo di Milano che ha un reparto per i detenuti. Se l’anziano boss fosse invece collocato in un reparto ospedaliero comune, la sua sopravvivenza sarebbe a rischio, per la promiscuità dell’ambiente e per le cure meno dedicate. Le patologie di cui soffre Provenzano sono plurime, gravi e di tipo invalidante, ma Provenzano risponde alle terapie, e questo significa che il peculiare regime è compatibile con le pur gravi condizioni di salute. Dunque, la decisione è incentrata sulla necessità di tutelare in modo adeguato il diritto alla salute del detenuto”.

Notizia Precendente

Firetto : "Contratto con SiciliAcque da rescindere"

Prossima Notizia

Domenica è...speciale Medicina sul midollo osseo