Home»Politica»Agrigento e il “bilancio partecipato”

Agrigento e il “bilancio partecipato”

Pinterest Google+

Ad Agrigento, nell’ufficio di presidenza del consiglio comunale, la consigliere comunale Marcella Carlisi, insieme ad alcuni attivisti del Movimento 5 Stelle, hanno discusso di democrazia partecipata e della necessità di adottare il metodo del bilancio partecipativo, che permetta ai cittadini di scegliere tramite pubbliche consultazioni a quali servizi o progetti dedicare le risorse del bilancio comunale riservate, appunto, al bilancio partecipato. E il Bilancio comunale deve essere trasparente e più semplice da leggere, per consentire ai cittadini di conoscere effettivamente come sono spesi i soldi pubblici… Intervista a Marcella Carlisi…
E nel frattempo sul sito del Comune di Agrigento, i cittadini sono chiamati a rispondere ad un sondaggio ed avranno tempo fino al 31 di dicembre per esprimere la propria preferenza circa la destinazione dei 58mila euro, e tra le diverse scelte figurano le voci: parco giochi, bonus alimentari, interventi sul verde pubblico, servizi a favore delle persone con disabilità, arredo urbano, promozione Agrigento Capitale della Cultura 2020, e altro. E in proposito alla voce “Altro”, gli attivisti del Movimento 5 Stelle lanciano delle proposte… Interviste al Vg…

Notizia Precendente

Operazione "Ermes 2", 11 arresti

Prossima Notizia

I primi 40 anni di Teleacras