Home»Prima pagina»Ex Province, al voto il 26 febbraio

Ex Province, al voto il 26 febbraio

Pinterest Google+

Adesso è ufficiale. A meno di intoppi, la Giunta Regionale ha fissato per il 26 febbraio prossimo la data delle elezioni dei Liberi Consorzi Comunali, che hanno sostituito le Province. Infatti, è stata pubblicata sul sito della Regione la delibera della Giunta Regionale numero 1 dell’11 gennaio 2017 con cui è indetta l’elezione dei vertici dei Liberi Consorzi per domenica 26 febbraio 2017. La riforma in Sicilia ha progettato 6 Liberi Consorzi, al posto delle Province di Agrigento, Trapani, Enna, Caltanissetta, Ragusa e Siracusa, e poi 3 Città Metropolitane : Palermo, Catania e Messina. Al vertice dei 6 Liberi Consorzi sarà eletto un sindaco del territorio in cui ricade lo stesso Libero Consorzio, e gli altri sindaci compongono il consiglio. A votare saranno solo i consiglieri comunali del comprensorio. Invece, a capo delle Città Metropolitane è nominato di diritto il sindaco del capoluogo, e poi saranno eletti i consigli. In provincia di Agrigento saranno alle urne circa 750 grandi elettori tra Consiglieri e Sindaci, con il meccanismo delle elezioni di secondo grado, in base al voto ponderato attribuito ad ognuno di essi. Entro il prossimo 27 gennaio dovrà essere pubblicato l’elenco degli elettori, cioè i sindaci e i consiglieri comunali in carica nei 43 comuni della provincia di Agrigento. Il termine per la presentazione delle candidature a Presidente del Libero Consorzio o per i 12 componenti del Consiglio è stato fissato dalle ore 8 del 4 febbraio alle ore 12 del 5 febbraio. Il termine ultimo per la costituzione del seggio elettorale è stato stabilito per il 16 febbraio. La normativa regionale prevede che sono candidabili a Presidente del Libero Consorzio comunale i sindaci dei comuni appartenenti allo stesso libero Consorzio comunale. Non sono candidabili i sindaci sospesi di diritto dalla carica, e altrettanto non potranno votare i consiglieri qualora sospesi.

Notizia Precendente

"Rinviate a giudizio il Borgo Scala dei Turchi"

Prossima Notizia

Ricordando Mariuccia Linder al Teatro Posta Vecchia