Home»Cultura»A Favara l’ottava edizione del Premio “Pippo Montalbano”

A Favara l’ottava edizione del Premio “Pippo Montalbano”

Pinterest Google+

A Favara, al Castello Chiaramonte, sabato 18 febbraio, alle ore 18, si svolgerà l’ottava edizione del Premio Pippo Montalbano, organizzata dal Comune di Favara in collaborazione con il Comune di Agrigento, la Fondazione Teatro Pirandello ed il Piccolo Teatro Pirandelliano città di Agrigento. La manifestazione è dedicata all’illustre Artista Agrigentino, ideata dal Comune di Favara per ricordarne l’ultima esibizione artistica avvenuta proprio nelle sale dello splendido Castello Chiaramonte il febbraio 2009. Nel corso degli anni il prestigioso riconoscimento è stato assegnato a numerosi esponenti della cultura e dell’arte siciliana e non solo, tra Andrea Camilleri, Francesco Buzzurro, Gianni Salvo, Gaetano Aronica, Dario Tindaro Veca, Giovanni Moscato, il Gruppo Folkloristico Val d’Akragas, Francesco Bellomo, Domenico Centamore e tanti altri. Quest’anno riceveranno l’ambito riconoscimento: i Fratelli Mancuso, il Regista Guglielmo Ferro, il Giornalista e Saggista Carmelo Sardo, il Regista Tony Trupia, la Violinista Federica Mosa, il Produttore Artistico Alfredo Lo Faro, l’Attrice Vittoria Faro e la costumista Marilù Giannettino. Inoltre, domenica pomeriggio, 19 febbraio, al Teatro Pirandello di Agrigento, a conclusione dello spettacolo “Vestire gli ignudi”, per la regia di Gaetano Aronica, sarà consegnato il Premio all’Attore Andrea Tidona, legato a Pippo Montalbano da profondo affetto e con il quale ha lavorato nei due capolavori di Marco Tullio Giordana “I cento passi” e “La meglio gioventù”. Oltre alla famiglia Montalbano hanno collaborato all’organizzazione della manifestazione Antonio Patti, la poetessa Liliana Arrigo ed Elina Dispensa. Presenta la serata Marcella Lattuca. Service Liotta. Elaborazioni grafiche Fotomax di Massimo Macaluso. Video realizzati da MyAgrigento. Ingresso libero.

Notizia Precendente

Agrigento, fogne esplose in via Imperatori. L' intervento MareAmico

Prossima Notizia

Dalla parte degli agrigentini