Home»Cronaca»“Agrigento e centri commerciali”, processo in Cassazione

“Agrigento e centri commerciali”, processo in Cassazione

Pinterest Google+

Il primo febbraio 2016 la Corte d’Appello di Palermo ha dichiarato inammissibile l’appello proposto dalla Procura Generale e ha confermato la sentenza emessa il 12 settembre 2013 dal Tribunale di Agrigento al processo sui Centri commerciali in città, uno a Villaseta e l’altro al Villaggio Mosè. Sono stati assolti tutti gli imputati, che sono stati 14. Ebbene, la Procura Generale ha impugnato la sentenza e il prossimo 8 marzo il processo sarà trattato in Cassazione anche se i reati ipotizzati sono ormai tutti prescritti. La Procura Generale insiste affinchè la Cassazione si pronunci al fine di salvaguardare le prerogative di risarcimento dei danni. Gli imputati assolti sono l’ex sindaco Aldo Piazza, poi Calogero Noto Campanella, Pasquale Vinciguerra, Giuseppe Principato, Salvatore Pennisi, Francesco Vitellaro, tutti tecnici o funzionari comunali, poi l’ex comandante della Polizia municipale di Agrigento, Vincenzo Nucera, il dipendente comunale Piero Vinti, il tecnico Melchiorre Piraneo, e gli imprenditori Carmelo Condorelli, Calogero Saeva, Gaetano Scifo, Gianni Marianelli e Aniello Setola.

Notizia Precendente

"Trasporto marijuana", scagionati tre agrigentini

Prossima Notizia

Crolla cinema a Campobello di Mazara, sei feriti, anche agrigentini