Home»Cultura»È morto Corrado Catania, anima e cuore dell’Efebo d’Oro

È morto Corrado Catania, anima e cuore dell’Efebo d’Oro

Pinterest Google+

È morto ad Agrigento l’operatore culturale, giornalista e scrittore, Corrado Catania. Il prossimo aprile avrebbe compiuto 81 anni. Catania ha collaborato con Teleacras negli anni ’70, curando pagine di cronaca, cultura e sport con competenza, e scrivendo anche su altri organi di stampa come “Il Resto del Carlino” e “La Sicilia”. Alle nuove generazioni tramanda il suo volume sulla “Sagra del Mandorlo in Fiore dei 50 anni”. E’ stato collaboratore esterno, all’ex Aapit, l’Azienda per l’incremento turistico, del presidente Giuggiù Gallo, e ha lavorato a tantissime edizioni della Sagra del Mandorlo in fiore. Corrado Catania è stato, in particolare, per oltre 30 anni, anima e cuore del premio internazionale cinematografico “Efebo d’Oro”, che ha scritto pagine memorabili del nostro cinema e che purtroppo adesso è emigrato a Palermo. Alla famiglia Catania le condoglianze degli editori e dello staff di Teleacras. E alla famiglia Catania rivolge condoglianze il deputato nazionale Riccardo Gallo, che ricorda Corrado Catania come una delle personalità culturali più dinamiche e intraprendenti espresse dalla città di Agrigento nel corso degli ultimi decenni, “persona preparata e responsabile che ha sempre operato con cura e passione, contribuendo in modo determinante al progresso civile e culturale del territorio agrigentino.” E oggi lunedì 20 febbraio al termine del Videogiornale di Teleacras, dopo uno speciale sul premio “Pippo Montalbano” a Favara, è in onda uno speciale sull’edizione 1993 dell’Efebo d’Oro comprendente anche un intervento di Corrado Catania.

Notizia Precendente

"Trattenute sui permessi lavoro", Tribunale Agrigento condanna Congregazione

Prossima Notizia

L’era scuola - lavoro