Home»Cronaca»Palermo, spia la moglie con la videocamera, condannato

Palermo, spia la moglie con la videocamera, condannato

Pinterest Google+

E’ stata confermata dalla Cassazione la condanna a 2 anni e 6 mesi di reclusione, senza la concessione delle attenuanti, a carico di un marito, un palermitano di 56 anni, che ha maltrattato e umiliato la moglie con diversi modi e mezzi, tra cui anche l’installazione in casa di una videocamera e di un registratore per mantenere sotto controllo la donna e costringerla ad una condizione di continua prostrazione anche quando lui è stato assente dall’abitazione. Il tutto è stato connotato da plurime e frequenti percosse, lesioni, ingiurie, e minacce.

Notizia Precendente

Scambia l'ingresso del condominio per un garage!

Prossima Notizia

Lavori raddoppio 640, il centro cittadino di Agrigento nel caos