Home»Cronaca»Aragona, illegittime le tariffe idriche determinate dal Comune

Aragona, illegittime le tariffe idriche determinate dal Comune

Pinterest Google+

La Corte di Cassazione si è pronunciata su un ricorso sostenuto da alcuni cittadini di Aragona tramite l’avvocato Giuseppe Farruggia. Nel dettaglio, il Comune di Aragona ha proposto ricorso in Cassazione contro le sentenze prima del Giudice di Pace e poi del Tribunale di Agrigento che hanno condannato lo stesso Comune a rimborsare agli utenti il canone idrico pagato negli ultimi 10 anni per importi pari a circa 2.500 euro per ogni utenza. Ebbene, la Cassazione ha sentenziato che le tariffe idriche determinate dal Comune di Aragona sono illegittime perchè impongono un importo da pagare uguale per tutti, che prescinde totalmente dal consumo. Il consumatore, invece, dovrebbe pagare soltanto l’acqua effettivamente consumata. L’utente, pertanto, ha diritto al rimborso dei canoni pagati nel corso degli ultimi 10 anni.

Notizia Precendente

La Cisl e le "differenze della differenziata" tra Realmonte e Porto Empedocle

Prossima Notizia

400 chili di marijuana scoperti in mare