Home»Flash»Sciacca, fallimento Enocarboj, 13 imputati rinviati a giudizio

Sciacca, fallimento Enocarboj, 13 imputati rinviati a giudizio

Pinterest Google+

A Sciacca, al palazzo di giustizia, il giudice per le udienze preliminari del Tribunale, Alberto Davico, ha rinviato a giudizio, per bancarotta fraudolenta, 13 imputati, tra ex amministratori ed ex commissari liquidatori della cantina Enocarboj di Sciacca, dichiarata fallita nel 2010. Si tratta di Arturo Morreale, 49 anni, di Sciacca, Francesco Turturici, 75 anni, di Sciacca, Giuseppe Tulone, 71 anni, di Sciacca, Matteo Cutino, 54 anni, di Ribera, Giuseppe Bono, 49 anni, di Sciacca, Antonino Sutera, 58 anni, di Sciacca, Salvatore Ciaccio, 77 anni, di Sciacca, Antonino Raffa, 84 anni, di Cianciana, e Pasquale Caro, di 70 anni, di Montallegro. Sono tutti componenti del Consiglio di amministrazione della Enocarboj fino al 2010. Poi, sono stati rinviati a giudizio anche Domenico Marchica, 81 anni, di Agrigento, Concetta Chiaruni, 67 anni, di Porto Empedocle, e Vincenzo Marinello, 45 anni, di Sciacca, ex commissari liquidatori, da marzo 2003 a gennaio 2009, e l’imprenditore di Sciacca, Giuseppe Bono, 46 anni.

Notizia Precendente

Rapine in banca a Ribera e a Licata, sei condannati

Prossima Notizia

"Depuratore Ribera", rinviati a giudizio Campione e Giuffrida