Home»Attualità»Cupa in evoluzione

Cupa in evoluzione

Pinterest Google+

Piccoli passi in avanti per il Consorzio Universitario di Agrigento. Se pensiamo che solo un anno e mezzo fa era predominante la disperazione, oggi, invece, si apprendono notizie di speranza, e si discute dell’apertura di nuovi corsi di laurea.

In conferenza stampa il Presidente del Consorzio, Gaetano Armao, ha comunicato che presto sarà aperta un’attività formativa nuova e ricca, che punta soprattutto ad attivare dei corsi non più ripetendo il precedente errore dei doppioni, ma creando nuove occasione didattiche che siano diverse da quelle già offerte dall’Ateneo Palermitano.

Si tratta, in particolare, di corsi che gli stessi giovani studenti hanno richiesto, rispondendo ad un apposito sondaggio proposto dal Consorzio. Ecco dunque che si rafforzano i rapporti con l’Università di Palermo, nonostante i contenziosi finanziari, attivando il Corso triennale in Mediatore culturale linguistico, con 50 posti disponibili, che punta all’integrazione e alla conoscenza culturale di quanti approdano nella nostra isola. Poi continuano i legami con l’Università Kore di Enna, testimoniati dall’ipotesi di attivare un corso in Veterinaria, e arrivano buone notizie anche da parte della Lumsa di Palermo, con la quale si sta progettando un Master in Scienze dell’Educazione.
Tra le novità in corso anche il nuovo nome del polo, non più Cupa, ma semplicemente Cua, Consorzio Universitario Agrigentino.

Le interviste sono in onda oggi al Videogiornale di Teleacras. 

Notizia Precendente

Agrigento, si presenta "I bambini della croce bianca"

Prossima Notizia

L'interrogatorio di Crocetta