Home»Cronaca»Inchiesta “Proelio”, gli interrogatori degli agrigentini arrestati

Inchiesta “Proelio”, gli interrogatori degli agrigentini arrestati

Pinterest Google+

Sarà interrogato domani a Catania, dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale, Daniela Maria Monaco Crea, il favarese Giuseppe Quaranta, arrestato ieri insieme ad altre 18 persone nell’ambito dell’inchiesta antimafia cosiddetta “Proelio” per traffico di droga e abigeato. Gli altri agrigentini arrestati, Francesco Fragapane, Roberto Lampasona e Antonino Mangione, saranno interrogati, per rogatoria, dal Gip del Tribunale di Agrigento, lunedì prossimo 12 giugno nel carcere Petrusa. Quaranta e Fragapane sono difesi dagli avvocati Giuseppe Barba e Francesco Carrubba. Lampasona e Mangione sono difesi dall’avvocato Nino Gaziano.

Notizia Precendente

Asp, protesta e prospettive

Prossima Notizia

Il festival "Strada degli Scrittori" a Caltanissetta. Il talk letterario