Home»Cronaca»Voto di scambio politico – mafioso nel Nisseno, 9 arresti

Voto di scambio politico – mafioso nel Nisseno, 9 arresti

Pinterest Google+

Nell’ambito di un’inchiesta della Procura presso la Direzione distrettuale antimafia di Caltanissetta, per voto di scambio politico – mafioso sono state arrestate nove persone, tra cui, ai domiciliari, l’ex sindaco di Niscemi, Francesco La Rosa. Ai domiciliari anche un ex consigliere comunale della stessa lista di La Rosa e due esponenti del suo entourage. Ad appoggiare l’ex sindaco sarebbero stati i presunti boss di Niscemi, Giancarlo Giugno, e di Gela, Alessandro Barberi. Le indagini ruotano intorno a un presunto patto stretto tra il candidato La Rosa e la mafia in occasione delle elezioni amministrative del 2012. Francesco La Rosa si è candidato anche alle scorse Amministrative dell’11 giugno, ed è stato sconfitto domenica scorsa 25 giugno al ballottaggio da Massimiliano Valentino Conti.

Notizia Precendente

Le Regionali e il cantiere elettorale

Prossima Notizia

Palermo, somalo con 15 ovuli di cocaina nello stomaco