Home»Cronaca»“Livatino”, illuminazione e video-sorveglianza

“Livatino”, illuminazione e video-sorveglianza

Pinterest Google+

A seguito del danneggiamento della stele a Rosario Livatino, sul luogo dell’agguato, ad Agrigento, in contrada Gasena, lungo la strada statale 640, la sezione agrigentina dell’Associazione nazionale magistrati, e le associazioni “Amici del giudice Rosario Livatino” e “Tecnopolis”, si occuperanno del ripristino della lastra di marmo spaccata sul nome del magistrato. Invece, la Cmc Costruzioni, impegnata nei lavori di raddoppio della 640, installerà l’illuminazione pubblica nella zona. E l’associazione “Strada degli scrittori” collocherà un impianto di video – sorveglianza. Tutto ciò sarà pronto, secondo le intenzioni, entro il prossimo 21 settembre, giorno del 27esimo anniversario della morte del giudice Livatino.

Notizia Precendente

Riina: “3000 anni ma non mi piego”

Prossima Notizia

San Leone, la Tim replica sul ripetitore: "E' tutto in regola"