Home»Cronaca»Attentati ai Carabinieri nel 1994, arrestati Graviano e Filippone

Attentati ai Carabinieri nel 1994, arrestati Graviano e Filippone

Pinterest Google+

L’ex capo mandamento del rione Brancaccio di Palermo, Giuseppe Graviano, e Rocco Santo Filippone, della cosca della ‘Ndrangheta dei Piromalli di Gioia Tauro, sono stati arrestati dalla Polizia e dalla Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria perché presunti mandanti degli attentati contro i Carabinieri compiuti nel 1994 a Reggio Calabria. Giuseppe Graviano, coordinatore delle cosiddette “stragi continentali” eseguite da Cosa Nostra, è attualmente detenuto al 41 bis. Rocco Santo Filippone, 77 anni, di Melicucco, sarebbe stato a capo del mandamento tirrenico della ‘Ndrangheta all’epoca dei tre attentati. Nel primo, il 18 gennaio 1994, morirono gli appuntati Antonino Fava e Giuseppe Garofano. Nel secondo, l’1 febbraio del 1994, furono feriti l’appuntato Bartolomeo Musicò ed il brigadiere Salvatore Serra. E poi l’1 dicembre 1994 rimasero illesi il carabiniere Vincenzo Pasqua e l’appuntato Silvio Ricciardo.

Notizia Precendente

Consiglieri comunali Agrigento su degrado via Farag e Cannatello

Prossima Notizia

E' morta Ida Abate, insegnante e biografa di Livatino