Home»Cronaca»Incidente Chiara La Mendola, don Pontillo: “Il Comune sapeva della buca”

Incidente Chiara La Mendola, don Pontillo: “Il Comune sapeva della buca”

Pinterest Google+

Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, si è svolta un’altra udienza del processo per l’incidente stradale lungo via Cavaleri Magazzeni che il 30 dicembre 2013 ha provocato la morte di Chiara La Mendola, 24 anni. Ha testimoniato il sacerdote Giuseppe Pontillo, adesso parroco della Cattedrale e già a capo della comunità di San Gregorio, che ricade nella zona dell’incidente. Don Giuseppe Pontillo ha affermato: “Il sindaco Marco Zambuto sapeva che nella zona del viale Cavaleri Magazzeni c’erano delle buche, gli abbiamo pure consegnato un dossier. Prima delle elezioni ci disse che c’erano i fondi, poi ci rassicurò con frasi da politico e nulla più. Gli consegnammo un dossier con l’indicazione di buche e dissesti stradali, in alcuni casi documentati da fotografie. Il Comune sapeva che la zona era in queste condizioni”.

Notizia Precendente

Migranti, altro sbarco "fantasma" a Licata

Prossima Notizia

Conclusa con successo l'Estate Siculianese