Home»Cronaca»Agrigento, “ludopatico” sbattuto fuori di casa

Agrigento, “ludopatico” sbattuto fuori di casa

Pinterest Google+

Ieri è stata diffusa e pubblicata la notizia di un minorenne di 15 anni di Siracusa arrestato perché avrebbe voluto, minacciandola e picchiandola, che la madre si prostituisse per ottenere soldi e giocare alle slot machine. Oggi un altro caso di grave ludopatia, da ritenersi una tossicodipendenza a tutti gli effetti, incombe su Agrigento, dove la Polizia è stata costretta ad intervenire per restituire ordine in un’abitazione in subbuglio allorchè il padrone di casa, un impiegato, è stato letteralmente sbattuto fuori di casa da moglie e figli perché avrebbe dilapidato le risorse finanziarie della famiglia giocando al gratta e vinci, ai video poker e alle slot machine. Secondo il Sert, il servizio di recupero dei tossicodipendenti, il numero dei ludopatici gravi nell’Agrigentino è in costante aumento.

Notizia Precendente

Naro, arrestato 73enne ladro d'uva

Prossima Notizia

Il capo del Genio Civile di Agrigento annuncia un'importante novità