La coordinatrice provinciale di Agrigento di Forza Italia Giovani, e vice coordinatrice regionale, Lilly Di Nolfo, interviene nel merito dei disservizi ricorrenti ad Agrigento nell’ambito della gestione del servizio di raccolta differenziata.
Lilly Di Nolfo premette che Forza Italia Giovani condivide e approva il recente intervento dei consiglieri comunali di Forza Italia di Agrigento, che hanno stigmatizzato come grave e intollerabile il caos sollevato dalle modalità di gestione del servizio di raccolta differenziata adottate dall’amministrazione comunale.
E la Di Nolfo aggiunge: “Alcune settimane fa, anche noi, come Forza Italia Giovani, abbiamo segnalato le lacune della macchina organizzativa del servizio differenziata. Continuiamo a ritenere che i cittadini non sono stati ben formati e informati, e che la distribuzione dei cestelli, in particolare, ha provocato disagi enormi. La sinergia tra noi giovani di Forza Italia e i Consiglieri comunali, così come le continue sollecitazioni che riceviamo da migliaia di cittadini, ci incoraggiano ancora di più nell’impegno a spenderci per il bene di Agrigento. Capiamo le ragioni dell’Assessore Fontana ma riteniamo che tra i disagi di questi giorni (con vere e proprie discariche a cielo aperto) e il nuovo sistema di raccolta vi sia un fossato troppo ampio. E dentro ci sono tante inadempienze che l’Amministrazione non ha saputo colmare e che adesso spera di farlo con conferenze stampa a senso unico. Forse, ed è il nostro modesto suggerimento, bisognerebbe prevedere per tempo alcuni fenomeni, essere più presenti nel territorio per capire quello che accade ed essere più tempestivi nella soluzione dei disagi che si creano. Come giovani di Forza Italia continueremo a portare avanti le nostre battaglie civiche. Lo faremo in sintonia con i Consiglieri di Forza Italia che hanno accolto anche il nostro appello ed hanno trasformato le nostre istanze in atto politico, nella certezza di rappresentare sempre il bene della nostra città”.

Pinterest Google+
Notizia Precendente

Il deputato regionale Rizzotto indagato per appropriazione indebita

Prossima Notizia

A Favara la consegna del premio "Buttitta" 2017