I consiglieri comunali di Forza Italia di Agrigento, Giovanni Civiltà, capogruppo, Calogero Alonge, William Giacalone e Pasquale Spataro, intervengono a seguito dell’approvazione in Consiglio comunale, con 11 voti a favore, 5 contrari e 2 astenuti, della mozione di censura verso l’operato dell’amministrazione comunale, e in particolare dell’assessore all’ambiente Fontana, nella gestione del servizio di raccolta differenziata.
Civiltà, Alonge, Giacalone e Spataro affermano: “Si tratta di un atto politico di notevole importanza che costituisce un atto di sfiducia da parte del consiglio nei confronti dell’assessore Fontana. Ciò che emerge con chiarezza è che la giunta Firetto non ha più maggioranza e, soprattutto durante la discussione, si sono susseguiti 11 interventi dei consiglieri d’opposizione, mentre nessuno dei consiglieri della maggioranza ha speso una sola parola in favore del loro assessore, lasciato solo contro l’intero consiglio ed agli occhi di una città che gli ha ormai voltato le spalle. Abbiamo inoltre stigmatizzato l’intervento difensivo di Fontana, presuntuoso e senza autocritica, nonostante quanto sia accaduto in città nel corso delle ultime settimane. Fontana prenda atto di quello che è accaduto e si dimetta. Il consiglio, approvando la mozione, ha manifestato nettamente tale volontà, bocciando un operato che non soddisfa affatto gli Agrigentini” – concludono Civiltà, Alonge, Giacalone e Spataro il quale nel pomeriggio di oggi, da presidente dell’apposita Commissione sport, alle ore 16, compierà un sopralluogo al campo sportivo del Villaggio Mosè, che l’amministrazione comunale ha appena destinato a centro di stoccaggio dei rifiuti differenziati.

In proposito oggi al Videogiornale di Teleacras sono in onda le interviste ai consiglieri comunali William Giacalone, di Forza Italia, e a Gerlando Gibilaro, del gruppo Uniti per la città.

Pinterest Google+
Notizia Precendente

Adas, raccolta di sangue tra Agrigento, Palma e Comitini

Prossima Notizia

La Confael su lavoro e contenziosi ad Agrigento (video intervista)