Tra febbraio e marzo del prossimo anno è attesa la restituzione al transito, con senso unico alternato, del viadotto “Cansalamone” a Sciacca, chiuso da più di 5 anni. Entro un anno invece dovrebbe essere ripristinato il doppio senso di marcia. Nel frattempo è fallita la possibilità di una collaborazione tecnica con l’università La Sapienza di Roma, il cui Dipartimento di Geotecnica, che avrebbe dovuto occuparsi degli accertamenti necessari e offrire a disposizione, a nolo, delle attrezzature per il monitoraggio. Pertanto si lavora sul progetto varato dalla precedente amministrazione comunale, con un incarico a privati che riguarda la valutazione delle condizioni statiche e sismiche del viadotto.

Pinterest Google+
Notizia Precendente

Licata, demolizioni in corso alla Playa

Prossima Notizia

Tangenti per incarichi "ufficiali", 5 arresti a Palermo