Home»Cronaca»Agrigento, difficoltà nella differenziata in zona “Ciavolotta”

Agrigento, difficoltà nella differenziata in zona “Ciavolotta”

Pinterest Google+

Ad Agrigento incombono gravi difficoltà nell’ambito della raccolta “porta a porta” della differenziata nelle zone con “case sparse”, così come sono definite tecnicamente. Si tratta, ad esempio, di contrada Zingarello, e della zona di via Ciavolotta, al Villaggio Mosè. In tali zone con “case sparse” non si procede alla raccolta differenziata porta a porta perché – come spiegato dal sindaco Firetto – ciò comporterebbe un insostenibile aggravio dei costi e dell’utilizzo del personale a disposizione. Dunque, in tali zone si collocano 5 cassonetti grandi in un punto di raccolta. A Zingarello la raccolta porta a porta sarà effettuata solo durante l’estate. In via Ciavolotta invece i residenti protestano perché il punto di raccolta è stato collocato molto lontano dalle “case sparse”, almeno un chilometro, a conclusione della via Ciavolotta, e non all’inizio come sarebbe stato più logico e rispettoso delle esigenze dei cittadini. Si tratta di un punto di raccolta del tutto al buio, esposto a randagi o persone malintenzionate, attraversato da automobili a folle velocità, col rischio dell’investimento mortale degli utenti che si recano così lontano da casa per depositare i rifiuti differenziati. I residenti della zona di via Ciavolotta invocano vivamente che i cassonetti del punto di raccolta differenziata sia avvicinato alle loro case.

Notizia Precendente

A Favara traguardo dei 60 anni di matrimonio

Prossima Notizia

Agrigento, al Museo "Griffo" una mostra "Pirandelliana" di pittura