Home»Eventi»Vittorio Sgarbi a Racalmuto

Vittorio Sgarbi a Racalmuto

Pinterest Google+

L’assessore regionale ai Beni Culturali, Vittorio Sgarbi, è stato in visita a Racalmuto. Sgarbi ha “scoperto”, tra virgolette, le miniere di sale, e ha affermato: “Non potevo sapere, ma oggi l’ho appreso, che le miniere di Racalmuto fossero importanti almeno come il pensiero di Sciascia, perché sono un elemento positivo di produzione che s’è riscattato dalla condizione di miseria, povertà e sofferenza che le miniere rappresentano nella nostra idea. Questa di Racalmuto è la prima miniera d’Italia, da qua parte tutto il sale che mangiamo. Sono socio, da molti anni, del circolo degli zolfatai e dei salinari, ma per un riferimento letterario, ma non potevo immaginare che qui l’economia fosse perfino più forte della letteratura”. Vittorio Sgarbi, accompagnato dal sindaco Emilio Messana, ha anche deposto una corona di fiori sulla tomba dello scrittore, ha visitato il teatro Regina Margherita, e, ancora le sue parole, sono state: “L’Agrigentino è parte importante della letteratura del Novecento, ecco “La strada degli scrittori”. Sciascia l’ho conosciuto come uomo che ha scritto le cose più intense sul piano civile e a lui ho voluto legare il mio destino, per quello che mi sarà consentito di svolgere nella funzione di assessore, venendo a Racalmuto. Ecco il senso e lo spirito della mia visita. Spero che potremo animare il teatro di Agrigento e il teatro di Racalmuto con opere che siano legate a Pirandello e a Sciascia. Come Pesaro per Rossini, anche Agrigento e Racalmuto devono avere dei Festival Pirandelliani e Sciasciani”. E poi, ancora: “La visita a Racalmuto ha un significato etico, laico e intellettuale. Sciascia è un simbolo europeo. Volevo fosse un segno. Il simbolo in questa difesa contro l’aggressione giudiziaria di alcuni magistrati è stata indicata, per primo, da Sciascia in una lettera al presidente Pertini. Io riparto da lì, dalla lettera di Sciascia a Pertini. Non si può sopportare che un solo siciliano sia discriminato con indagini e arresti sbagliati”…
L’intervista a Vittorio Sgarbi è in onda oggi al Videogiornale di Teleacras.

Notizia Precendente

Immigrazione, allarme terrorismo

Prossima Notizia

Agrigento, presentato il concorso "Uno, nessuno e centomila" (video interviste)