Home»Cronaca»“Frode della benzina”, nove arresti a Palermo

“Frode della benzina”, nove arresti a Palermo

Pinterest Google+

A Palermo la Guardia di Finanza ha sgominato un presunto business frutto della manomissione dei distributori di carburante. Sono stati arrestati nove indagati, due in carcere e sette ai domiciliari, tra cui Cosimo Vernengo ritenuto contiguo ad ambienti mafiosi. Sono stati sequestrati 5 distributori di carburante, e notificati 13 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria. Gli indagati avrebbero manomesso il sistema di misurazione delle quantità erogate dai distributori di carburanti, in modo da simulare di avere venduto un numero di litri superiore rispetto ai litri effettivamente consegnati al cliente. E’ stata scoperta anche una frode fiscale particolarmente consistente allorchè sarebbero state emesse fatture per operazioni inesistenti per quasi 38 milioni di euro. I cinque distributori di carburanti sequestrati a Palermo sono: in Via Roccella 161, in Via Leonardo da Vinci 392, in Viale Campania, in Corso Tukory 169, e in Via Messina Marine 435.

Notizia Precendente

Furto infissi al "Fermi" di Agrigento, arresti convalidati

Prossima Notizia

Il PD nisseno: "No alla figlia di Cardinale candidata alla Camera"