Uno dei rappresentanti del lavoratori impegnati nel servizio di nettezza urbana ad Agrigento, Guido Vasile, dichiara di avere appreso dai sindacati che nel nuovo bando di gara della nettezza urbana vi sarà una riduzione di 15 operatori ecologici. In proposito Guido Vasile afferma: “Siamo stanchi di subire questa violenza psicologica che ormai va avanti da 10 anni. Licenziamenti sì, licenziamenti no, un tira e molla vergognoso e gratuito. Le nostre famiglie, come noi, sono preoccupate per l’eventuale perdita del lavoro, una fonte che assicura una discreta vita dignitosa. Discreta perché il nostro lavoro è parziale e non a tempo pieno. Abbiamo dato il meglio di noi stessi sul lavoro e sfido chiunque a dimostrare il contrario. Noi siamo vittime di un sistema politico che vergognosamente se ne frega se dei padri di famiglia non potranno portare più un pezzo di pane a casa. Chi è responsabile si faccia un esame di coscienza. Noi ci appelliamo a tutte le sigle sindacali e ai buoni politici affinchè tanti padri di famiglia non perdano il lavoro. Non aggiungo altro in merito ma di certo non siamo disposti ad arrenderci. Ci batteremo nelle giuste sedi per fare rispettare i nostri diritti più volte violati”.

Pinterest Google+
Notizia Precendente

Fortitudo Moncada basket attende in casa Scafati

Prossima Notizia

Agrigento, gli Architetti sui ritardi del settore Urbanistica