Aldo Mucci
Il segretario provinciale Usb di Agrigento, e componente del direttivo regionale, Aldo Mucci, denuncia che da oltre 7 anni una disabile agrigentina chiede ai Servizi Sociali del Comune di Agrigento la liquidazione del contributo per l’eliminazione di barriere architettoniche secondo la legge regionale numero 13 del 1989. “La risposta – afferma Mucci – è sempre la stessa: l’Assessorato regionale alle Politiche sociali, con una circolare del 28 marzo 2011, ha disposto ai Comuni siciliani la sospensione dell’accoglimento delle istanze per mancanza di previsione nel bilancio regionale. La Sicilia è l’unica regione in Italia a non poter far fronte, dal marzo 2011, ai contributi per l’abbattimento delle barriere architettoniche in casa o per l’acquisto di apparecchiature che le eliminino. Gli uffici del Comune di Agrigento non hanno nessuna colpa, perché hanno praticamente le mani legate. Non sappiamo quando la Regione riprenderà ad attuare la legge 13” – conclude Mucci.
E aggiungiamo noi: “Nelle previsioni di bilancio della Regione vi è ben altro di importante. Si vergognino tutti dal 2011 ad oggi”.

Pinterest Google+
Notizia Precendente

Anche gli avvocati agrigentini contro l'operazione "Poseidone"

Prossima Notizia

La Lega Navale di Agrigento celebra la "Giornata del mare"