Home»Cronaca»L’associazione culturale musicale “SiciliArte” impegnata in Cina

L’associazione culturale musicale “SiciliArte” impegnata in Cina

Pinterest Google+

Ancora prestigiosi traguardi conseguiti all’estero dall’associazione culturale musicale “SiciliArte”. Dopo il successo del Requiem K626 di Mozart, eseguito lo scorso 25 marzo a Palermo, l’orchestra filarmonica della Sicilia è adesso in Cina dove in calendario vi sono 30 concerti nei più celebri teatri, con oltre 60 musicisti italiani provenienti da Palermo, Roma, Toscana, Puglia, e tanti giovani musicisti agrigentini, tra cui Antonio Lo Presti di Grotte, Salvo Scibetta di Agrigento, Luigi Circo di Caltabellotta, Calogero Marotta di Sciacca, Giuseppe Francolino di Favara, Cutean Stefan di Ribera, e altri due orchestrali della provincia di Caltanissetta, Raimondo Capizzi e Peppe Sferazza. Insieme ai componenti dell’orchestra si esibiscono i solisti Alberto Profeta (tenore), Maria Rauso (soprano), Francesco Ciprì (tenore), Maria Mondella (soprano), coordinati dal giovane tenore e tenace imprenditore siciliano, Nuccio Anselmo. Il programma musicale è all’insegna del lirico europeo storico e del contemporaneo italiano da Giuseppe Verdi a George Bizet, da Giacomo Puccini a Nicola Piovani, Sergio Endrigo, Franco Migliacci, brillantemente diretti ed interpretati con stile dal maestro Aldo Salvagno.

In proposito un video è in onda oggi al Videogiornale di Teleacras.

Notizia Precendente

Intimidazione Panepinto, solidarietà del Pd agrigentino

Prossima Notizia

La Simfer sul caso del falso medico fisiatra a Raffadali