Home»Cronaca»Risolto il giallo Guzzardo – Alario

Risolto il giallo Guzzardo – Alario

Pinterest Google+

In un casolare abbandonato a Montemaggiore Belsito, in provincia di Palermo, i Carabinieri hanno arrestato Giovanni Guzzardo, 46 anni, indagato di omicidio premeditato e occultamento di cadavere per la sparizione di Santo Alario, 41 anni. Guzzardo, titolare del bar Avana a Capaci, insieme al suo dipendente, Santo Alario, si sono allontanati lo scorso 7 febbraio in automobile, diretti a Ventimiglia di Sicilia, e di loro, da allora, non vi è stata più alcuna traccia. Adesso la svolta ad opera dei Carabinieri coordinati dalla Procura di Termini Imerese diretta da Ambrogio Cartosio. I militari sono impegnati nelle ricerche del cadavere di Santo Alario. Sin da subito i Carabinieri hanno ipotizzato un omicidio: Alario avrebbe avanzato delle pretese sul bar di Capaci di proprietà di Guzzardo.

Notizia Precendente

Agrigento, al Cua un dibattito sull'informazione giudiziaria in Italia

Prossima Notizia

"Pestaggio Forza Nuova", giudizio immediato per due imputati