Ad Agrigento i Carabinieri hanno compiuto dei controlli in alcuni panifici e ristoranti, e hanno denunciato tre esercenti per alimenti scaduti da anni, cibi non tracciati o mal conservati, e per il mancato rispetto delle basilari norme di igiene. Sono state sequestrate oltre 3 tonnellate di prodotti alimentari scaduti o in cattivo stato di conservazione, più di 100 litri di bevande, e sono state elevate sanzioni per circa 12 mila euro. In un panificio, in particolare, sono stati scoperti prodotti non tracciati e serviti oltre la data di scadenza. E sarebbero stati venduti come freschi dei biscotti che in realtà sono stati comprati a livello industriale e poi tolti dalle loro confezioni originarie. E poi, in un ristorante etnico sono stati scoperti molti prodotti di provenienza incerta e serviti oltre due anni dopo la naturale data di scadenza. In questo caso sono state elevate sanzioni per quasi 9 mila euro ed è scattato il sequestro di circa due quintali di alimenti e oltre 70 litri di bevande e liquidi. Infine, in una rosticceria sono stati scoperti prodotti privi di rintracciabilità e scaduti. Sono state elevate quindi sanzioni amministrative per un importo di 3.000 euro circa e sono stati sequestrati oltre un quintale di alimenti vari.

Pinterest Google+
Notizia Precendente

Agrigento, intensi controlli ad opera della Polizia Stradale

Prossima Notizia

Contro l'erosione ad Eraclea Minoa (video)