La Guardia di Finanza di Caltanissetta e i Carabinieri del Noe, il Nucleo operativo ecologico, hanno notificato 20 avvisi di garanzia ad altrettanti indagati nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Caltanissetta sulla gestione del servizio idrico in provincia di Caltanissetta. Le informazioni di garanzia sono state notificate a Caltanissetta, Palermo e Roma a venti tra dirigenti e funzionari del dipartimento delle acque e dei rifiuti della Regione, funzionari dell’Ato idrico CL6 e amministratori e manager di Caltaqua Spa, la società che si occupa della gestione della rete idrica, della distribuzione e degli impianti di depurazione in provincia di Caltanissetta. La Guardia di Finanza, tra l’altro, afferma: “Ricorrono gravi violazioni dei responsabili dell’azienda, molti dei quali cittadini spagnoli, inseriti nell’organigramma dell’impresa che controlla Caltaqua con sede legale in Spagna. Con la connivenza di dirigenti della Regione, la società nissena avrebbe omesso la manutenzione dei depuratori pur avendo a disposizione fondi pubblici per tale scopo. Molti impianti sono in stato di abbandono al punto che non sono più idonei a garantire nemmeno una minima operatività. E’ stata inoltre effettuata una verifica fiscale che ha permesso di segnalare una base imponibile sottratta alla tassazione di oltre 37,7 milioni di euro”.

Pinterest Google+
Notizia Precendente

Anche ad Agrigento attiva la nuova app della Polizia "YouPol"

Prossima Notizia

Agrigento, intensi controlli ad opera della Polizia Stradale