Al Comune di Agrigento le parti in causa e interessate si sono riunite attorno ad un tavolo e hanno discusso del Pudm, il Piano di utilizzo del Demanio marittimo. A conclusione della chiacchierata, la vice sindaco con delega all’urbanistica, Elisa Virone, afferma: “Si è avviato un confronto che, prendendo le mosse dagli studi ed analisi alla base della redazione del piano, ha fissato alcune attività necessarie che saranno condivise con professionisti e associazioni di riferimento. Sono stati già valorizzati i primi contributi. In particolare si è posta l’attenzione sulla necessità di assicurare una piena fruibilità dei tratti di costa a favore dei soggetti diversamente abili e garantire misure atte già dalla prossima stagione ad assicurare il rispetto della normativa. Il piano di utilizzo del demanio marittimo non rappresenta solo un adempimento normativo ma una rilettura di una porzione del territorio che va pensata in maniera integrata per esprimere le buone opportunità di sviluppo che questi spazi rappresentano”.

Pinterest Google+
Notizia Precendente

Anche ad Agrigento sabato sarà "Notte dei Musei"

Prossima Notizia

Musumeci: "Finta antimafia chiuda"