Home»Cronaca»Inchiesta “Montagna”, provvedimenti della Cassazione

Inchiesta “Montagna”, provvedimenti della Cassazione

Pinterest Google+

La Cassazione ha dichiarato non ammissibile il ricorso della Procura antimafia di Palermo, e ha confermato l’annullamento dell’arresto, già disposto dal Tribunale del Riesame, a favore di Giuseppe Blando, 53 anni, di Favara, arrestato lo scorso 22 gennaio nell’ambito della maxi inchiesta antimafia cosiddetta “Montagna”. Blando, imprenditore agricolo, è difeso dagli avvocati Maria Alba Nicotra e Rosalia Palumbo Piccionello. Ancora la Cassazione ha disposto invece il rinvio al Tribunale del Riesame nel merito dell’arresto, annullato dal Riesame, di Raffaele La Rosa, 59 anni, di San Biagio Platani, difeso dall’avvocato Nino Gaziano, e del medico pediatra Pietro Stefano Reina, 66 anni, di San Giovanni Gemini, difeso dagli avvocati Lillo Fiorello e Riccardo Pinella.

Notizia Precendente

Teleacras, nuova puntata di Speciale Medicina (video)

Prossima Notizia

Chiesti in Appello 15 anni per Middioni, cugino del boss Falsone