Home»Cronaca»Porto Empedocle sommersa dai rifiuti, gli appelli

Porto Empedocle sommersa dai rifiuti, gli appelli

Pinterest Google+

Porto Empedocle è letteralmente sommersa dai rifiuti a causa dello sciopero ad oltranza dei netturbini. La sindaca Ida Carmina rivendica il proprio impegno, di avere già pagato numerose fatture alle imprese della nettezza urbana, e ritiene ingiusto, da precettazione, tale comportamento. Nel frattempo, il consigliere comunale Alfonso Scimè si è rivolto alla stessa sindaca Carmina e al referente igiene pubblica dell’Azienda sanitaria, e ha scritto: “Chiedo di conoscere quali interventi urgenti saranno compiuti per riportare la situazione alla normalità”. E la Comunità ecclesiale di Porto Empedocle, con Don Nicola Salemi, Don Girolamo Brunetto, Don Giuseppe Pace, Don Leopoldo Argento e Don Dario Monreale, afferma: “Invochiamo l’intervento del Prefetto di Agrigento, del Sindaco del Comune di Porto Empedocle, nonché di tutta la deputazione nazionale e regionale agrigentina e di tutta la classe politica ed economica territoriale, affinché si facciano materialmente e concretamente carico di tale preoccupante situazione, non facendola ulteriormente degenerare ed adoperandosi per la totale ed esaustiva risoluzione, anche con l’adozione di provvedimenti straordinari, urgenti ed innovativi”.

Notizia Precendente

A Favara, alla Farm, la rassegna "Cenere"

Prossima Notizia

Agrigento, si è dimesso l'assessore Biondi, in giunta Amato