A Caltanissetta, al palazzo di giustizia, a conclusione della requisitoria, il pubblico ministero, Matteo Campagnaro, ha chiesto al Tribunale di Caltanissetta la condanna a 13 anni di carcere a carico di Gianluca Di Giugno, 40 anni, di Caltanissetta, imputato del tentato omicidio dell’ex convivente, oltre che di lesioni gravissime e maltrattamenti. Di Giugno avrebbe aggredito la donna con un taglierino, cercò di strangolarla, picchiandola anche con schiaffi e pugni al viso. Lei, sfuggendo alla furia di lui, è riuscita a comporre il numero 113 sul telefonino ma non a parlare. Il poliziotto dall’altra parte del telefono ha udito i rumori della colluttazione, ha capito subito, e tramite la traccia del numero di telefono dirottò sul posto una pattuglia. Gianluca Di Giugno è attualmente recluso nel carcere di Enna.

Pinterest Google+
Notizia Precendente

Bianco tentò di bloccare Bolzoni su Montante, la replica dell'ex sindaco

Prossima Notizia

Incendiano una villetta, muoiono ustionati