Mario Stagno, segretario Fit Cisl, e Maurizio Saia, segretario provinciale della Cisl di Agrigento, annunciano che nel disegno di legge di riforma del settore rifiuti in Sicilia, prossimo all’esame dell’Assemblea Regionale, sono preventivati, nell’ambito del “Patto per la Sicilia”, investimenti per 150 milioni di euro nella provincia di Agrigento per la costruzione di 2 impianti di compostaggio e l’adeguamento di 5 discariche pubbliche esistenti. Gli stessi Stagno e Saia commentano: “Il combinato tra il nuovo disegno di legge e gli investimenti previsti, disegna una nuova idea nella gestione dei rifiuti e cioè che gli stessi dovranno essere gestiti all’interno dell’Ambito territoriale. Quindi ogni provincia dovrà tenersi i propri rifiuti ed avviare quei processi di economia circolare che porteranno ad una maggiore tutela dell’ambiente e ad una sensibile riduzione dei costi per i cittadini”.

Pinterest Google+
Notizia Precendente

La Procura appella la sentenza "Muos", apprezzamento da Legambiente

Prossima Notizia

"Anatre morte", un esemplare è all'Istituto Zooprofilattico