Home»Cronaca»Ancora aggressioni a danno di operatori sanitari in Sicilia

Ancora aggressioni a danno di operatori sanitari in Sicilia

Pinterest Google+

Ancora aggressioni a danno di operatori della sanità in Sicilia. A Catania, all’ospedale Vittorio Emanuele, una dottoressa del pronto soccorso è stata colpita con l’asta che sostiene le flebo. Così ha reso noto il sindacato Anaao Assomed Sicilia, che, rivolgendosi all’assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza, afferma: “Non intendiamo restare spettatori inermi nei confronti delle continue e ripetute aggressioni al personale sanitario, chiamato a svolgere il proprio lavoro. Il tavolo tecnico regionale istituito di recente non rappresenta la soluzione immediata: non si può più procrastinare. Ancora oggi assistiamo all’ennesimo episodio di violenza al pronto soccorso del Vittorio Emanuele di Catania, dove una dottoressa è stata aggredita e presa a sprangate. Responsabilità strutturali, mancata vigilanza, carenza di organico, mancanza di rispetto nei confronti degli operatori sanitari: poco importano le motivazioni! È inconcepibile un professionista vada a lavorare e debba rischiare la sua incolumità. È giunto il momento di dire basta!”.

Notizia Precendente

San Leone, Viale delle Dune impraticabile e disastrato (video intervista)

Prossima Notizia

Bilancio Regione, "serve una manovra correttiva"