Home»Cronaca»Omicidio per il barbecue

Omicidio per il barbecue

Pinterest Google+

Nella frazione marina di Sferracavallo, a Palermo, al culmine di un litigio tra due vicini di casa provocato dal fumo del barbecue di uno che avrebbe disturbato l’altro, Cosimo D’Aleo, 43 anni, muratore, è stato ucciso innanzi ai familiari da due colpi di pistola sparati da Piero Billitteri, 60 anni. I due avrebbero litigato spesso in passato sempre per questioni legate al vicinato. Il presunto omicida prima si è barricato nel suo appartamento, poi è fuggito in automobile armato. La Polizia lo ha trovato e bloccato in un magazzino nel vicino quartiere Marinella. Billitteri si sarebbe giustificato ai poliziotti della Squadra Mobile così: “Il vicino faceva il barbecue e impuzzava il mio terrazzo. Subivo continue angherie da quel vicino”.

Notizia Precendente

Fibrillazioni intorno al Muos a Niscemi

Prossima Notizia

"Rifiuti", sindaci denunciano speculazioni (video)