Home»Cronaca»Grave crimine ambientale commesso a San Leone

Grave crimine ambientale commesso a San Leone

Pinterest Google+

Un grave crimine ambientale è stato compiuto a San Leone. L’associazione ambientalista MareAmico, coordinata da Claudio Lombardo, ha segnalato, e documentato in fotografia, che ignoti hanno abbandonato tre fusti di olio esausto sul bagnasciuga della spiaggia della Babbaluciara. Lo stesso Lombardo afferma: “Abbiamo allertato la Capitaneria di Porto Empedocle, che ha subito predisposto la relativa attività ambientale, prelevando i fusti. MareAmico rivolge un plauso al nuovo comandante, Gennaro Fusco, per avere reso possibile tale opera”.

Notizia Precendente

A Racalmuto si assegna il premio Solidarietas 2018

Prossima Notizia

Furti di acqua ed energia, arresti e denunce nell'Agrigentino