Home»Cronaca»L’Ospedale di Agrigento risarcisce un danno per 300mila euro

L’Ospedale di Agrigento risarcisce un danno per 300mila euro

Pinterest Google+

Gli avvocati Annalisa Russello e Angelo Farruggia
Ad Agrigento nel 2001 un neonato con gravi problemi respiratori è stato trasferito con 7 ore di ritardo all’ospedale “Di Cristina” a Palermo perché l’elicottero è stato impegnato in altra urgenza ed è stata attesa l’unica ambulanza a disposizione. Peraltro all’epoca all’ospedale di Agrigento non vi era il reparto di terapia intensiva neonatale. Il bimbo appena nato è morto appena giunto a Palermo. Adesso la Corte d’Appello ha triplicato, da 100mila concessi in primo grado a 300mila euro, il risarcimento del danno che l’ospedale di Agrigento pagherà ai genitori, assistiti nella causa civile dagli avvocati Angelo Farruggia e Annalisa Russello, i quali, tra l’altro, hanno sostenuto in giudizio che l’ospedale di Agrigento è da considerarsi responsabile a causa dell’insufficienza delle dotazioni strutturali, ritenendo assurdo che un ospedale, come quello di Agrigento, avesse a disposizione una sola ambulanza, e che il tempestivo trasferimento avrebbe molto probabilmente salvato la vita al bambino.

Notizia Precendente

Su Teleacras nuova puntata di Speciale Medicina (video)

Prossima Notizia

Favara, altro indagato per il tentato omicidio Nicotra