Home»Intrattenimento»Talento emergente nel Texas Hold’Em made in Catania: ecco Walter “cesarino90” Treccarichi

Talento emergente nel Texas Hold’Em made in Catania: ecco Walter “cesarino90” Treccarichi

Pinterest Google+

Un groviglio tra la matematica e la psicologia: solo i migliori, però, con il passare del tempo possono ambire alla vittoria. Con questa definizione Walter Treccarichi aveva apostrofato il suo amore verso il poker, evidenziando anche come quella grande passione che lo accompagna per questa disciplina deriva certamente anche dalla partecipazione a numerosi tornei e dall’adrenalina che trasmettono solo ed esclusivamente i colpi decisivi nelle fasi finali di qualsiasi sfida.

Di chi potremmo parlare se non di un catanese DOC come Walter “cesarino” Treccarichi? Si tratta di un ragazzo di origini siciliane che si è fatto strada nel mondo del poker. Piccola parentesi: a soli 28 anni è stato considerato come una delle star emergenti dell’universo del Poker Texas Hold’Em.

Partiamo dagli inizi: nel 2011 vince il Main Event del PPT Maltese mentre i risultati che ha raggiunto nel 2013 sono stati certamente tra i più importanti. In poche ore, infatti, Walter è stato in grado di conquistare due piazzamenti più che onorevoli. Non è da tutti, infatti, nella medesima sera, vincere prima al Sunday High Roller, per poi riuscire ad arrivare fino al tavolo finale del Sunday Special.

Il poker come un colpo di fulmine grazie ad un programma che ne parlava in televisione. Da quel momento, la scintilla della passione è scattata e dalle partite casalinghe con gli amici ai match online il passo è stato molto più rapido di quello che si potesse immaginare. Quando si parla di Walter Treccarichi, si fa riferimento ad un giocatore che fa dello stile di gioco loose aggressive una peculiarità. Tra l’altro, Walter inizi nel mondo del poker con le vesti di giocatore di SNG, per poi approdare successivamente MTT, mentre sono in una terza fase della sua carriera si è avvicinato al cash game. Ormai, gioca veramente di tutto e di più. L’obiettivo, piuttosto chiaro, è quello di fare bene sia nel mondo del poker reale che in quello sul web.

L’ultima grande vittoria di Treccarichi è avvenuta lo scorso anno in un evento ICOOP in cui “cesarino90” si è portato a casa il 7-Card Stud HI/Lo.

Nel 2016 un’altra grande impresa per Treccarichi, che riesce a trionfare negli Aussie Milions 2016. “Cesarino90” si è portato casa il A$2500 Shot Clock Six Max, mentre non è riuscito a brillare, come tutti gli altri italiani, quando si è trattato di affrontare il Main Event. Per il pokerista catanese è stata comunque una grande soddisfazione, dal momento che è riuscito ad ottenere un altro grandissimo e importante risultato, dopo un percorso molto duro durato la bellezza di 24 livelli. Una netta affermazione che ha visto Walter battere gli altri 246 iscritti. All’inizio Walter ottiene una moneta pari a A$113180, che sostanzialmente deriva da un’intesa stipulata con il runner-up, ovvero il pokerista di origini australiane Daniel Neilson. La chiusura dell’heads-up avviene in due mani. Nel corso della prima mano Walter sfrutta la coppia di dieci per un set sul turn, mentre Neilson chiama anche il push al river, mettendo in mostra una coppia di re. “Cesarino90” ha provato l’all-in nel corso dell’ultima mano con 8-9, l’australiano chiama, decisamente corto, con asso sei offsuited. Sul board c’è 7-9-J-9-K ed ecco che finalmente Treccarichi può esultare!

Niente da fare, al contrario, nel Main Event, dove nel final table né Treccarichi chè l’altro italiano Sammartino riescono a combinare qualcosa di buono. Entrambi, infatti, sono stati eliminati durante il Day 2. L’unico che è riuscito a fare un po’ di strada è stato Kanit, riuscendo ad arrivare fino al Day 3 sopra average: subito escluso il giorno dopo al 18esimo livello da parte del giocatore nipponico Yuki Ko.

Un’altra grandissima affermazione da parte di Treccarichi è indubbiamente la vittoria all’evento High Roller dell’EPT di Montecarlo, sempre nel 2016. Un primo posto che rimarrà indubbiamente negli annali, soprattutto per le modalità con cui è arrivato. Walter ha tolto di mezzo qualcosa come 575 avversari: in seguito ad un deal con il pokerista tedesco Magirius, che gli ha permesso di ricevere una candidatura per il premio “Rising Star Award” di due anni fa.

Notizia Precendente

Raffadali, arresto per oltre 250 grammi di hashish

Prossima Notizia

Maltempo e danni, corsa ai rimedi (video)