Home»Flash»Firetto e Hamel insorgono contro il conferimento dei rifiuti a Bellolampo

Firetto e Hamel insorgono contro il conferimento dei rifiuti a Bellolampo

Pinterest Google+

In provincia di Agrigento, nonostante tanti proclami e annunci di rimedio e di soluzione, da oltre un anno, a seguito della chiusura di Siculiana, non vi è più una discarica dove conferire i rifiuti indifferenziati. Pertanto i cittadini contribuenti sono costretti a pagare più soldi per il conferimento dei rifiuti in una discarica fuori provincia. Bene, bravi. Tale condizione si è adesso aggravata perché la discarica di Enna è stata chiusa, e Agrigento viaggia verso Bellolampo, in provincia di Palermo. In proposito intervengono il sindaco Firetto e l’assessore Nello Hamel, che affermano: “Questa decisione del conferimento a Bellolampo, assunta dalla Regione Siciliana, rende inutili i risparmi realizzati con la raccolta differenziata. Le centinaia di chilometri percorsi ogni giorno dagli auto-compattatori sono uno spreco obbligato che rischia di vanificare i risparmi accumulati con il sacrificio e l’impegno degli operatori, dei cittadini di Agrigento e dell’Amministrazione Comunale. Rivolgiamo un accorato appello al presidente della Regione, all’Assessore Regionale all’Ambiente e al Direttore del Dipartimento affinché in tempi brevi si possa trovare una soluzione alternativa alla discarica di Bellolampo consentendo al ciclo della differenziata di non subire costi insostenibili ed interruzioni. E’ auspicabile che il presidente della Regione, considerato che il problema del conferimento in discarica costituisce ormai una vera e propria emergenza ecologica e finanziaria per i Comuni “strangolati” , istituisca una vera e propria unità di crisi permanente che si occupi di accelerare i tempi delle progettazioni e autorizzazioni, interfacciandosi con l’Arpa e tutti gli Enti preposti ai controlli, e contingentando i tempi di conclusione delle istruttorie e sbloccando gli impianti di conferimento del secco e del materiale compostabile”.

Notizia Precendente

A Casa Sanfilippo un laboratorio di cucina per i pazienti oncologici e non solo

Prossima Notizia

Agrigento, Gibilaro: "Subito il Regolamento per la raccolta differenziata"