Home»Cronaca»“Molestie”, revocato un divieto di dimora ad Agrigento

“Molestie”, revocato un divieto di dimora ad Agrigento

Pinterest Google+

Il Tribunale del Riesame di Palermo, accogliendo il ricorso presentato dal difensore, l’avvocato Giuseppina Ganci, ha revocato la misura cautelare del divieto di dimora ad Agrigento imposta dal Tribunale di Agrigento a carico del pluri-pregiudicato tunisino M K, sono le iniziali del nome, indagato di minacce, lesioni e atti persecutori nei confronti della giovane moglie. L’avvocato Ganci ha sostenuto l’insussistenza delle condotte moleste poiché la vittima – secondo il legale – ha assecondato il marito nel continuare la relazione, e dunque non può ritenersi provato uno stato di paura nella stessa. E’ tuttavia confermata l’originaria misura applicata del divieto di avvicinamento alla parte offesa, avendo il Tribunale del Riesame deciso solo sull’aggravamento della misura con il divieto di dimora, che invece è stato revocato.

Notizia Precendente

"Scuola e legalità" con Tony Sperandeo e Riccardo Gaz

Prossima Notizia

Rassegna "Linder", successo per Didon Now. Il prossimo è Tango dell'Anima