Home»Cronaca»Armi e munizioni, condannato un cugino del boss Falsone

Armi e munizioni, condannato un cugino del boss Falsone

Pinterest Google+

Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, il giudice per le udienze preliminari del Tribunale, Stefano Zammuto, a conclusione del giudizio abbreviato, ha condannato a 2 anni di reclusione Giuseppe Puleri, 39 anni, di Campobello di Licata, cugino del boss Giuseppe Falsone. Puleri è stato arrestato il 21 giugno scorso per detenzione illegale di armi e munizioni allorchè sorpreso in possesso di un revolver di fabbricazione americana, calibro 357 magnum, con matricola abrasa, carico di 6 cartucce.

Notizia Precendente

"Depuratore Fontanelle", la Provincia multa Girgenti Acque

Prossima Notizia

Genio Civile e Urega, tra La Mendola, Alongi e Silvio Cuffaro