Home»Cronaca»Proposte confisca e sorveglianza speciale per un imprenditore di Favara

Proposte confisca e sorveglianza speciale per un imprenditore di Favara

Pinterest Google+

Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, nell’ambito del procedimento di prevenzione personale e patrimoniale, innanzi alla sezione presieduta dalla giudice Wilma Mazzara, il pubblico ministero della Procura antimafia di Palermo, Ferdinando Lo Cascio, ha chiesto la confisca dei beni e la sorveglianza speciale per 4 anni a carico dell’imprenditore di Favara, Giuseppe Scariano, 67 anni, ritenuto contiguo ad ambienti mafiosi. La Direzione investigativa antimafia, coordinata da Roberto Cilona, ha già posto sotto sequestro 14 fabbricati, 25 terreni, quote di altri 26 terreni, tre società di capitale e relativi compendi aziendali, una quota societaria di un consorzio e un rapporto finanziario.

Notizia Precendente

Violazione domicilio e minacce a Sciacca, denunciato immigrato

Prossima Notizia

Si inasprisce la vertenza tra Comune di Agrigento e cimitero Piano Gatta