Home»Flash»Rifiuti, Pierobon: “A lavoro per superare un’emergenza che si protrae da 30 anni”

Rifiuti, Pierobon: “A lavoro per superare un’emergenza che si protrae da 30 anni”

Pinterest Google+

Alberto Pierobon
L’assessore regionale ai servizi primari, Alberto Pierobon, è intervenuto oggi nel merito delle ricorrenti difficoltà da cui è afflitto il sistema di conferimento e smaltimento dei rifiuti in Sicilia. Pierobon riconosce tali difficoltà e afferma: “Stiamo mettendo in piedi il sistema dei rifiuti in Sicilia con grandi risultati ma tra mille difficoltà. E’ stato approvato un piano rifiuti che renderà efficace la gestione nell’Isola e porterà enormi benefici ai cittadini. Purtroppo ci scontriamo con tutta una serie di anomalie e stranezze che stanno accadendo e che stanno rallentando il percorso. Ma andiamo avanti e lavoriamo senza sosta, certi che la strada percorsa sia quella giusta. Ci sono impianti sequestrati, altri che chiudono all’improvviso per manutenzione o controlli. Poi sono sorti imprevisti e ostacoli che impediscono di aumentare ancora di più la differenziata che è cresciuta al 35 per cento in meno di un anno e talvolta ci costringono verso impianti privati. L’ultima emergenza scongiurata è quella di Bellolampo, che da domani avrebbe rischiato la chiusura con un grave danno per la città di Palermo che si sarebbe trovata con 800 tonnellate al giorno da smaltire. Ora bisognerà lavorare per evitare che il problema si ripresenti tra qualche mese ma siamo certi di riuscirci. La ricetta migliore in questi casi è la concertazione e il dialogo tra tutti i soggetti coinvolti, anche attraverso riunioni dirette con gli amministratori locali. Sull’impiantistica è prevista una serie di opere sovradimensionate, che vanno selezionate guardando alle esigenze dei territori. Ed è quello che stiamo facendo per tirare fuori la Sicilia da una emergenza che dura da 30 anni”.

Notizia Precendente

"Kerkent", annullata la contestazione di 416 a favore di Andrea Puntorno

Prossima Notizia

Il "Mostro" di TeatrAnima concorre al Premio Ulisse 2019