Home»Cronaca»Indagati 14 medici tra Licata, Canicattì e Gela

Indagati 14 medici tra Licata, Canicattì e Gela

Pinterest Google+

La Procura della Repubblica di Agrigento, tramite la sostituto Cecilia Baravelli, ha iscritto 14 medici nel registro degli indagati per l’ipotesi di reato di omicidio colposo a seguito della morte di un uomo di 60 anni, Lino Quattrocchi, di Caltanissetta, per il quale è stata disposta l’autopsia, già eseguita dal medico legale Giuseppe Ragazzi. Quattrocchi è morto lo scorso 11 agosto dopo un intervento per la frattura del femore all’ospedale di Licata. Gli indagati sono sanitari di vari reparti (in particolare di ortopedia e medicina) degli ospedali San Giacomo d’Altopasso di Licata, del Barone Lombardo di Canicattì e di Gela. Secondo quanto denunciato dai familiari, Lino Quattrocchi, nelle settimane successive all’intervento, avrebbe contratto un’infezione, conseguenza di alcuni errori nel trattamento sanitario, e che sarebbe stata trascurata.

Notizia Precendente

A piedi in tutta Italia contro la fibrosi cistica, Paolo Previato a Realmonte

Prossima Notizia

Ritrovato il corpo senza vita del narese Carlo Paolo Bracco