Home»Cronaca»I Catalogatori regionali ai Beni Culturali sono in stato di agitazione

I Catalogatori regionali ai Beni Culturali sono in stato di agitazione

Pinterest Google+

I sindacati regionali di categoria dei Catalogatori regionali ai Beni Culturali hanno proclamato lo stato di agitazione. Gli stessi sindacati affermano: “Vogliamo ribadire e rilanciare che la stabilizzazione del personale impegnato nella catalogazione è stata fortemente sostenuta dal compianto assessore ai Beni culturali, Sebastiano Tusa, il quale a tal fine aveva formalizzato alla Giunta di Governo un’ampia e dettagliata relazione descrittiva dell’importanza strategica di questo personale all’interno dei vari Istituti dei Beni Culturali. Al contempo, la stessa
relazione trattava gli aspetti economici/finanziari, specificando che la stabilizzazione del personale nei ruoli regionali non avrebbe comportato alcun aggravio di spesa ma evidenti risparmi per ciò che riguarda i tributi e l’IVA versati alla S.A.S., pari a circa 1 milione e trecento mila euro annui”.

Notizia Precendente

Il Riesame conferma il sequestro del castello a Joppolo Giancaxio. La reazione di Lillo Firetto

Prossima Notizia

Licata sott'acqua (video)