Home»Cronaca»Vertenze Fortè, avviata la procedura di conciliazione con i creditori

Vertenze Fortè, avviata la procedura di conciliazione con i creditori

Pinterest Google+

Oggi è il giorno dello sciopero regionale a Palermo dei circa 500 dipendenti dei supermercati Fortè in Sicilia a rischio del posto di lavoro. Nel frattempo il Tribunale di Catania ha ammesso all’amministrazione straordinaria per i grandi gruppi industriali in crisi l’azienda Meridi srl dell’ex patron del Catania calcio, Antonino Pulvirenti, che controlla 90 punti vendita dei supermercati Fortè in Sicilia con oltre 500 dipendenti. I giudici hanno nominato anche tre commissari a cui è stata affidata l’azienda. Tale provvedimento scongiura, al momento, il fallimento, e concede possibilità di salvataggio all’azienda perché si tratta di una procedura concorsuale, giudiziaria e amministrativa, che tende a conciliare le pretese dei creditori con il salvataggio del complesso produttivo e del livello occupazionale.

Notizia Precendente

Siragusa: "Chiedo perdono alla famiglia dell'avvocato Fragalà"

Prossima Notizia

Dopo San Leone, Castelvetrano e Marsala, panetti hashish anche a Capo d'Orlando