Home»Cronaca»Sequestro Scala dei Turchi, MareAmico: “Adesso vigilanza e recupero sicurezza”

Sequestro Scala dei Turchi, MareAmico: “Adesso vigilanza e recupero sicurezza”

Pinterest Google+

foto di Calogero Stagno
L’associazione ambientalista MareAmico, coordinata da Claudio Lombardo, interviene a seguito del sequestro preventivo d’urgenza del sito della Scala dei Turchi a Realmonte disposto dalla Procura di Agrigento ed eseguito dalla Capitaneria di Porto Empedocle. MareAmico afferma: “Dopo l’inevitabile ed opportuno provvedimento di sequestro della Procura di Agrigento, i due Custodi giudiziari, ovvero Soprintendenza e Demanio regionale, dovranno immediatamente organizzare un efficiente servizio di vigilanza durante le ore diurne, per impedire ai numerosi visitatori di penetrare nell’area interessata dal provvedimento, nel lato est ma soprattutto nel lato ovest molto più pericoloso, ossia il lato lido Rossello. La Regione Sicilia si dovrà fare carico delle spese di messa in sicurezza definitiva della collina, con una puntuale azione di disgaggio di tutti i massi ancora in bilico e con il posizionamento di reti parasassi nella zona ovest, come è stato opportunamente fatto nella zona est. A questo punto, reso sicuro il sito, si può valutare la possibilità di renderlo di nuovo fruibile al pubblico, ma con un numero di visitatori assolutamente limitato nel numero, e magari accompagnati da personale di vigilanza. Nel frattempo l’importante monumento potrà essere osservato dall’alto, utilizzando i tre splendidi belvedere, dalla spiaggia e dal mare, attraverso un servizio navetta mediante barche attrezzate all’uopo. Tutti debbono capire che la Scala dei Turchi è un luogo importante per il turismo, ma nel contempo va ricordato che è anche un luogo molto fragile e quindi va tutelato”.

Notizia Precendente

Firetto: "Valutiamo la destinazione della tassa di soggiorno agli operatori turistici"

Prossima Notizia

Al teatro Pirandello il "Liolà" di Francesco Bellomo