Home»Cronaca»Un agrigentino tra i pionieri internazionali dell’alternativa al tampone

Un agrigentino tra i pionieri internazionali dell’alternativa al tampone

Pinterest Google+

Francesco Ciaravella

Un agrigentino coordina in Italia l’approntamento dell’alternativa al tampone per l’analisi del contagio da coronavirus. Si tratta del dirigente delle professioni sanitarie, Francesco Ciaravella, originario di Cianciana, che coordina il Centro servizi laboratori dell’ospedale di Udine, dove tecnici, biologi e medici, a fronte degli introvabili reagenti per i tamponi, hanno ideato un nuovo metodo per l’estrazione dell’Rna virale, ossia il virus, dai tamponi naso-faringeo. Il lavoro è stato inviato sulla piattaforma di pubblicazione rapida delle strutture di ricerca e sono numerose le aziende di mezzo mondo che chiedono di rendere disponibile il protocollo. Anche l’amministrazione comunale di Cianciana si è congratulata con il dirigente Ciaravella e la sua troupe: “Per noi è motivo di orgoglio”.

Notizia Precendente

Sono otto i Comuni agrigentini che gestiranno autonomamente il servizio idrico

Prossima Notizia

Covid e Pasqua, il Club Empire di Nello Hamel dona 100 colombe pasquali