Home»Cronaca»Diffida per mancata erogazione idrica nel Comune di Sciacca: i chiarimenti della Gestione Commissariale del S.I.I. – ATI AG9

Diffida per mancata erogazione idrica nel Comune di Sciacca: i chiarimenti della Gestione Commissariale del S.I.I. – ATI AG9

Pinterest Google+

La Gestione Commissariale del Servizio Idrico integrato – ATI AG 9 in riferimento alla Diffida, a firma del neo Assessore Bacchi, del Comune di Sciacca pervenuta in data 25/05/2020 con la quale sono state segnalate problematiche inerenti la mancata erogazione idrica tiene a precisare quanto segue.

In primo luogo consta che l’unica zona nella quale si sono riscontrate difficoltà di approvvigionamento idrico è quella denominata 5 (via Ghezzi, via Marco Polo, via delle Ninfee, via Teora, via Aldo Moro bassa), alimentata dal serbatoio “Rocche Rosse”.

L’inconveniente è stato causato dalla presenza di guasti sopraggiunti nel sistema di adduzione Carboj, e soprattutto dall’inatteso e imprevedibile aumento degli assorbimenti di utenze alimentate dal serbatoio “Sitas” (alberghi e punti di carico autobotti).

A tal riguardo, la Gestione Commissariale del S.I.I. – ATI AG9 ha tempestivamente, senza che necessitasse alcuna “diffida”, effettuato tre interventi di manutenzione, uno in data 15/05/2020, il secondo in data 21/05/2020 e l’ultimo in data 25/05/2020.

Inoltre ha provveduto per le vie brevi, e sulla piattaforma telematica WhatsApp, a notiziare, tramite il Dirigente responsabile Ing. Sala, l’Assessore Comunale Lo Cicero e sin dal giorno 22/05/2020, dei minori apporti dell’acquedotto Carboj anch’essi risolti tramite gli interventi svolti in pari data.

L’esecuzione dei sopracitati interventi di manutenzione ha consentito il ripristino della regolare fornitura idrica al serbatoio “Rocche Rosse” e quindi l’avvio del ripristino della usuale turnazione idrica.

Da sempre la Gestione Commissariale, ispirata dalla natura pubblicistica del proprio mandato, ha dato priorità al miglioramento dei livelli di servizio e alla trasparenza della gestione, volendo essere elemento di discontinuità con la gestione precedente, dalla quale ha purtroppo ereditato una realtà strutturale gravemente carente.

 

Notizia Precendente

Coronavirus: Cassa integrazione, la Regione ha completato esame pratiche.

Prossima Notizia

Agrigento: il Libero Consorzio si afferma leader in Sicilia nel settore dell'edilizia scolastica con quasi 50 milioni di finanziamenti